DE STASIO: “PERCHE’ NON ISTITUIRE una “FILM COMMISSION” a BENEVENTO?”


La nostra bellissima città ha le carte in regola per ospitare produzioni cinematografiche e televisive; con la sua storia, le sue tradizioni, i suoi monumenti, può senza dubbio essere considerata, nell’ambito del più ampio progetto di “città turistica di arte e cultura”, anche “città del cinema”. Essere adibita a set a cielo aperto.

Dopo essermi confrontata con esperti del settore, ho inoltrato all’Assessore alla Cultura ed alla Commissione Consiliare cultura, della quale sono Vicepresidente, una richiesta di istituzione di una “Film Commission” a Benevento che, oltre a consentire di far conoscere la nostra città anche attraverso i grandi ed efficaci strumenti di comunicazione del cinema e della televisione, coinvolgerebbe la collettività dei lavoratori ed operatori economici del territorio.

La lavorazione di un film, di una fiction, di un documentario, impiega un numero cospicuo di professionisti locali del settore; a ciò si aggiunga il lavoro per le società di catering, per le imprese di pulizia e sanificazione, per gli alberghi e gli esercizi di ristorazione, per i fornitori locali di costumi, scenografie ed attrezzature, per il personale addetto al montaggio e smontaggio delle scenografie, ecc.

L’attività principale della “film commission”, la cui direzione dovrebbe essere affidata ad un esperto di cinema e televisione, consiste nel sostegno alle produzioni cinematografiche e televisive che scelgono di produrre sul territorio comunale con una serie di servizi, come la ricerca e l’offerta delle locations, la concessione dei vari permessi, l’emanazione delle necessarie ordinanze comunali per tutto il periodo delle riprese, la valorizzazione delle risorse artistiche e professionali locali.

Con l’istituzione della “film commission” si potrebbe pensare anche ad un “CINEPORTO” cittadino, e cioè ad uno spazio polifunzionale predisposto per l’accoglienza delle produzioni cinematografiche, televisive e radiofoniche, e quindi un luogo ove effettuare e casting e provini, shooting fotografici, organizzare convegni, mostre, cineforum. Potrebbe anche essere allestito, all’interno del cineporto, uno studio televisivo attrezzato, con una sala regia e sale montaggio, locali deposito attrezzature e costumi, oltre ad una sala proiezione delle prime per gli addetti ai lavori.

E’ un progetto ambizioso e senza dubbio in grado di determinare una crescita ed uno sviluppo notevole per la nostra Benevento, oltre che rappresentare un volano professionale per molti operatori del territorio.

Mi auguro che la mia proposta venga presa in considerazione, come importante passo nella costruzione della “città a dimensione di futuro”.

Rosetta De Stasio

Consigliere comunale “Prima Benevento”

V. Presidente Commissione consiliare Cultura.

ARTICOLI CORRELATI


LASCIA UN COMMENTO (Il commento dovrà essere approvato dalla redazione)

Please enter your comment!
Please enter your name here